MOSTRA «Abito Rifugio Transito. Percezioni tattili e spaziali»

evento concluso
arti visive
02.05 ~ 04.05.24
02.05~04.052024
h 15:00

📍 1- 4 Maggio, Serra Sonora

⏰ La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle 15 alle 19 accompagnati dagli artisti

🔸 Apertura straordinaria 1 maggio dalle 10,30 alle 13 con Patrizio Anastasi

🔸 Finissage sabato 4 maggio alle 18 con Roberta Bridda e Jani Lunablau: visita della mostra e piccolo laboratorio di costruzione di segnalibri tattili.

La mostra ospita opere di Roberta Bridda in dialogo con Patrizio Anastasi, paesaggi sonori di SHFR, installazione tattile di Jani Lunablau.

A cura diStart AC e Atipiche Edizioni, in collaborazione con Kilowatt e Istituto dei ciechi Francesco Cavazza.

LA MOSTRA

Una mostra come luogo di ricerca sull’abitare e il transitare che mette al centro il corpo e la percezione come spazio dell’esperienza. Abitare il corpo, lo spazio e la relazione con l’altro. Transitare non solo lo spazio fisico, ma anche quello percepito e immaginato. Una mostra che nasce dai libri tattili illustrati di Roberta Bridda per andare oltre la forma libro, in un dialogo tra oggetti tattili e un immaginario di segni illustrati creato da Patrizio Anastasi, in una topografia di frammenti, trame e movimenti. Frammenti che ritroviamo, da comporre e ricomporre anche nell’installazione di Jani Lunablau. L’esperienza non solo tattile ma anche uditiva, attraverso i paesaggi sonori di SHFR, prende forma in diversi luoghi e supporti mutevoli diventando gioco, sorpresa e intenzione. Libri e paesaggi toccabili da cercare nello spazio interno ed esterno delle Serre dei Giardini dove si invita e si accompagna il pubblico in un percorso di azione e partecipazione in cui scoprire nuovi significati, nuove connessioni, nuove prospettive su noi stessi e sul mondo che ci circonda. .

Una mostra collettiva, nata da uno stimolo iniziale, i nidi di Roberta Bridda, per diventare dialogo serrato tra artisti diversi, che nell’ascolto reciproco, in uno scambio e intreccio continuo di idee, taccuini, materiali, suoni e suggestioni tra Roma e Barcellona, hanno dato vita a una ricerca di un ambiente comune.

Migrare, mappare, ascoltare. Storie che si ampliano e diventano nidi, rifugi, abiti trasformabili e temporanei, migrazioni, mappe impossibili da immaginare e costruire insieme.

Ingresso libero.

L’evento è parte di BOOM! Crescere nei libri, promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere, curato dal Settore Biblioteche e Welfare culturale e Hamelin, nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna.

Translate »