NEAR + FUTURES + QUASI + WORLDS
Dal 5 al 29 maggio a Bologna

Kilowatt porta all’Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa, per la prima volta in Italia dopo la tappa berlinese, NEAR+FUTURES+QUASI+WORLDS, una mostra che esplora il rapporto tra arte, scienza e tecnologia. Attraverso il lavoro di 13 grandi artisti, la mostra si confronta con le incertezze dell’era post-carbonio e della condizione postumanista contemporanea.

NEAR+FUTURES+QUASI+WORLDS celebra i primi 7 anni di S + T + ARTS, un’iniziativa della Commissione Europea che promuove le sinergie tra arte, scienza e tecnologia. Un approccio europeo che, attraverso la collaborazione di artist*, centri di ricerca e imprese, vuole indagare la complessità del mondo attuale, promuovendo forme innovative di creazione artistica. Il progetto è guidato dalla convinzione che arte, scienza e tecnologia possano aprire preziose prospettive per il mondo della ricerca e delle imprese, trascendendo le convenzionali interazioni tra discipline, per far emergere linguaggi di sperimentazione condivisi e ambienti di ricerca comuni.

Un’occasione per valorizzare la collaborazione tra cittadini, istituzioni, artisti e imprese del territorio, mettendo intorno allo stesso tavolo la rete S+T+ARTS promossa dalla Commissione Europea con imprese, istituzioni e cittadini di Bologna, tra cui Biblioteca Salaborsa, Fondazione Innovazione Urbana, Sineglossa, Alma Mater Università di Bologna, il MAMBo e ArtCity Bologna.

INFORMAZIONI PRATICHE

Orari

Lun – Ven |14,30 – 19,00
Sab – Dom |10,00 – 19,00

Location

La mostra si trova in Auditorium Biagi Biblioteca Salaborsa e l’entrata è dal cortile del pozzo (Cortile Guido Fanti)

Per raggiungere la mostra si passa da Palazzo d’Accursio, in piazza Maggiore

Accesso

L’ingresso è gratuito e non è necessaria la prenotazione.

LE OPERE IN MOSTRA

IL TEAM CURATORIALE

Il team curatoriale di NEAR + FUTURES + QUASI + WORLDS è composto da Manuel Cirauqui e Silvana Fiorese.

Attualmente curatore del Guggenheim Museum di Bilbao, Manuel Cirauqui è anche il direttore fondatore di Eina/Idea, un think tank associato alla Scuola di Design e Arte dell’Università EINA. Silvana Fiorese invece, è curatrice e producer e dal 2008 gestisce la programmazione e la produzione de Lo Schermo dell’Arte, un festival di respiro internazionale che esplora il rapporto tra arte contemporanea e cinema.

NEAR + FUTURES + QUASI + WORLDS

PROXY OF FUTURES

Durante la mostra si svolgerà un public program, composto da cinque appuntamenti, tra Biblioteca Salaborsa e le Serre dei Giardini Margherita, a partire dalle opere di NEAR + FUTURES + QUASI + WORLDS, che vogliono mettere i semi, nel presente, per futuri desiderabili, percorribili, socializzabili.

4 maggio, ore 16, Piazza Coperta, Biblioteca Salaborsa
Opening Conference e Vernissage

11 Maggio, ore 17, Aula Magna, Dipartimento di Fisica e Astronomia, Università di Bologna
Dopolavoro quantistico

27 Maggio, ore 17, Serra Madre, Serre dei Giardini Margherita
Meta à Porter: speculazioni sui futuri della moda

27 maggio, ore 19, Serra Madre, Serre dei Giardini Margherita
L’arte attraverso lo specchio: ruoli, esperienze ed apprendimenti su come l’arte possa farci perdere come unico modo per ritrovarci.

28 maggio, ore 18:30 , Serra Madre, Serre dei Giardini Margherita
Una nuova frontiera della soggettività

EVENTI IN PROGRAMMA

L’iniziativa è promossa da

Con il patrocinio di

Nell’ambito di

In collaborazione con

Con il contributo di

Progetto finanziato dai fondi strutturali e di investimento europei nell’ambito della risposta dell’unione alla pandemia di COVID-19 

KEEP IN TOUCH

Compila il form per ricevere aggiornamenti sulle produzioni di Serra Madre!

Consenso*